In un momento storico dove, soprattutto il nostro lavoro, è in simbiosi con ogni apparecchio digitale e siamo quasi schiavi dei cellulari, è giunta l’ora di disintossicarsi! Dobbiamo imparare a vivere un rapporto con il digitale sano, sostenibile e produttivo per migliorare la qualità della vita.

“Ragazzi domani alle 7 am verrà Ottolino (il nostro mitico furgone) a prendervi, si parte per 2 giorni…Dove? Lo scoprirete all’arrivo!” Go!

Ecco che il viaggio è più emozionante della destinazione, in 2 ore d’auto si è ipotizzato di tutto, dal paracadutismo alla mungitura delle vacche al corso di cucina vegana…

Arriviamo a Gergei, al centro della Sardegna, ai limiti del Sarcidano, e già tutto si palesa, inizia il nostro Digital Detox, “ragazzi, potete depositare qui i vostri cellulari, li riavrete al termine dei 2 giorni, avete 2 min di tempo per avvisare i vostri familiari”. In pochi minuti si è passati dal panico alla serenità di una libertà inaspettata e ormai dimenticata, con la consapevolezza che stava iniziando un’avventura, piena di energia e condivisione.

Iniziamo con la prima gara, la costruzione del muretto a secco, dove ogni pietra deve combaciare perfettamente con l’altra perché la costruzione sia efficace, così come il team, dove ognuno di noi è autonomo ma ha un ruolo fondamentale per la squadra.

Subito dopo si studia un po’, l’aula non è certo convenzionale, ma un rifugio che guarda tutto il paese ed oltre, un paesaggio collinare mozzafiato che ci aiuta a riflettere su tutti i meccanismi inutili con i quali ci schiavizzano gli apparecchi digitali ma soprattutto come poterci difendere e organizzare.

La sera è ludica, la keyfamily non si tira certo indietro e fa onore alla visita alle cantine di Olianas, partecipando attivamente alla degustazione ed apprezzando sia il rosso che il bianco.

Si va a letto presto, l’indomani si lavorerà ancora ma la grande sfida è addormentarsi guardando il soffitto e non uno schermo, svegliarsi con la vecchia e cara sveglietta di nonna e non con il trillo del cellulare! Ce l’abbiamo fatta!!! Festeggiamo con una colazione sana, prodotti locali e chiacchierate senza un freno, non abbiamo più nemmeno l’istinto di infilarci in un cellulare mentre ascoltiamo gli altri, incredibile!

Un briefing finale è d’obbligo, condividiamo tutte le emozioni e le sensazioni che ci hanno accompagnato in questa magnifica esperienza, ci sono anche dei premi, per Elisa, che nonostante il tutore alla gamba per un recente infortunio, non si è mai lamentata ed ha partecipato ad ogni attività, per Federica, che ha lasciato a casa due bimbi piccoli facendo lo sforzo più grande senza poterli sentire per così tanto tempo, per Simone, che si è distinto per aver coinvolto il team durante la serata di svago.

Possiamo riprendere i cellulari, non è crollato il mondo non abbiamo perso clienti, soldi o trattative, ma abbiamo guadagnato tempo, emozioni ed affiatamento!

#ilovemyteam #keylavoriamodivertendoci